Anche nel settore flooring la parola d’ordine è “riciclo”

domotex

La prossima edizione di DOMOTEX, in programma dal 10 al 14 gennaio 2019, sarà l’occasione per toccare con mano i materiali eco-friendly di ultima generazione.

Tra le aziende virtuose del settore, Montecolino Spa si distingue per le sue pratiche di smaltimento sostenibile della moquette

Ogni anno nei Paesi della Comunità europea circa 1,6 milioni di tonnellate di moquette finiscono interrati nelle discariche o negli inceneritori di rifiuti solidi urbani. Una quantità davvero considerevole, dovuta al fatto che questi rivestimenti non hanno soltanto una destinazione privata (case e uffici), ma buona parte di essi viene utilizzata in occasione di fiere ed eventi.

La Comunità Europea, preoccupata per le ripercussioni ambientali di questa tipologia di rifiuti, ha varato un progetto battezzato RECAM (Recycling of Carpet Materials), finalizzato proprio al recupero degli scarti di moquette. L’obiettivo è quello di arrivare un po’ alla volta al riciclaggio materiale, chimico e termico dei rifiuti.

In realtà anche le stesse aziende del settore hanno iniziato a tenere conto dell’impatto ambientale dei loro prodotti. Ogni anno durante DOMOTEX, la fiera di Hannover dedicata al mondo del flooring e dei tappeti, è possibile avere una panoramica dei passi che si stanno facendo in questa direzione. Anche la prossima edizione, in programma dal 10 al 14 gennaio 2019, sarà l’occasione per toccare con mano i materiali eco-friendly di ultima generazione.

Tra i produttori italiani più impegnati sul fronte del riciclo c’è per esempio Montecolino, che ha realizzato tra l’altro le pavimentazioni della tribuna e della zona hospitality del circuito di Monza in occasione del recente Gran Premio di Formula1. Fornitore ufficiale di Fieramilano, Montecolino nel mese di settembre – in occasione di Homi, Mipel e Micam – ha posato, rimosso e smaltito qualcosa come 110mila metri quadrati di moquette. Il sistema di recupero messo a punto dall’azienda bresciana prevede la trasformazione degli scarti in materia prima seconda da destinare all’industria plastica.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ otto = 13

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>