Ansia da smarrimento bagaglio addio: la tecnologia aiuta i passeggeri

Vision-Box

Il 57% dei viaggiatori utilizza il controllo ID automatizzato, più veloce ma anche più sicuro.

Valigie connesse e controlli biometrici rendono i viaggiatori più felici, lo rivela il Passenger IT Trends Survey 2017.

La tecnologia semplifica la vita. E a quanto pare adesso anche le vacanze. Lo rivela l’edizione 2017 della Passenger IT Trends Survey, una ricerca su base globale condotta da SITA su un campione di 7000 passeggeri di 17 Paesi diversi. Il timore di non ritrovare il proprio bagaglio sul nastro trasportatore dell’aeroporto o avere problemi ai controlli di frontiera sembrano infatti essere le maggiori fonti di ansia per chi si appresta a prendere un volo.

Ansie che, stando a quanto riportato dal sondaggio, si riducono notevolmente quando entra in gioco la tecnologia. Volare con il bagaglio connesso per esempio e avere informazioni in tempo reale sulla sua posizione (sempre più aeroporti e compagnie aeree si stanno attrezzando in questo senso) è una soluzione utilizzata da più della metà dei passeggeri con esiti molto soddisfacenti. Ma anche nella fase prima del viaggio la tecnologia si è rivelata una valida alleata: le soluzioni self-service per l’etichettatura dei bagagli – usate dal 47% dei viaggiatori– hanno visto la soddisfazione aumentare fino a 8.4 su 10.

La tecnologia si è però rivelata utile anche durante i controlli di identità, a quanto pare uno dei passaggi più difficilmente sopportati dai passeggeri. Grazie alla biometria infatti, utilizzata dal 57% dei viaggiatori, il controllo ID automatizzato è risultato essere semplice, veloce e più efficace rispetto a quello del personale di servizio, sia all’imbarco che al controllo passaporti.

L’indagine di SITA sottolinea però anche un altro dato interessante: più i passeggeri imparano a usare la tecnologia durante il viaggio, più richiedono piattaforme nuove ed efficienti. E così cresce il numero degli intervistati (74%) che vorrebbero ricevere alert riguardanti il proprio volo e il gate direttamente sui propri dispositivi mobili. Mentre il 57% userebbe volentieri app per orientarsi negli aeroporti e vorrebbe la biometria in ogni fase del percorso, per un viaggio senza intoppi.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sei = 11

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>