Decathlon e Radici Group, sostenibilità in primo piano

filato

A Bergamo il team di Decathlon ha potuto vedere da vicino il processo di polimerizzazione del nylon 6, la lavorazione del filato e la produzione dei tecnopolimeri.

Il team RH della catena francese ha trascorso una giornata confrontandosi con le esperienze di una delle maggiori realtà chimiche internazionali

Per la natura della sua attività e la dimensione mondiale del brand, Decathlon è ben conscio di giocare un ruolo importante nella salvaguardia dell’ambiente. Proprio per questo la multinazionale francese ha messo in piedi un Team RH a cui è stata affidata la gestione delle “pratiche virtuose” da mettere in atto per perseguire questo obiettivo. Ogni anno il team sostenibilità effettua una settimana di formazione incentrata sui temi dell’economia circolare, dell’eco-design, dei prodotti a basso impatto ambientale e delle energie rinnovabili. La location cambia di volta in volta, e per il 2018 è stata scelta l’Italia.

Durante questa “sustainable week”, il team ha trascorso una giornata visitando l’Headquarter di RadiciGroup. Dopo una sessione in aula, la delegazione si è poi spostata ai siti produttivi di Villa d’Ogna (Bergamo), dove ha potuto vedere da vicino il processo di polimerizzazione del nylon 6, la lavorazione del filato e la produzione dei tecnopolimeri (materie plastiche).

Da anni ormai Decathlon considera il proprio impatto sul clima come questione imprescindibile. Vengono formate reti di “responsabili dello sviluppo sostenibile”, che hanno il compito di promuovere l’eco-ideazione e l’etichettatura ambientale dei prodotti. Ogni collaboratore dell’azienda può utilizzare le reti non soltanto per informarsi su queste tematiche, ma anche per scambiare e condividere contenuti e strategie. Ai product designer viene chiesto di integrare nello sviluppo dei prodotti, a fianco dell’usuale criterio di un buon rapporto qualità-prezzo, anche quello dell’eco-ideazione, così da rendere i prodotti sempre più “green”.

La visita a RadiciGroup rientrava quindi nell’ottica di confrontarsi con un produttore sostenibile di numerose materie prime destinate anche al settore dello sport: dalle fibre di nylon a quelle in poliestere, dai filati per l’erba sintetica ai tecnopolimeri utilizzati per realizzare vari accessori. L’azienda di Bergamo è una tra le realtà chimiche italiane più attive a livello internazionale, e ha fatto della sostenibilità uno dei suoi punti di forza. Da diversi anni partecipa in qualità di espositore a DOMOTEX, la fiera di Hannover dedicata al mondo del flooring e dei tappeti, dove sempre maggiore spazio trovano i prodotti e le tecnologie “eco-friendly”. La prossima edizione si terrà dall’11 al 14 gennaio 2019.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× sei = 36

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>