Digitalizzazione e supply chain: come sta cambiando la movimentazione delle merci

image001

La tecnologia sempre più al fianco dell’operatore umano, che viene sollevato da compiti ripetitivi o faticosi.

Tra AI, robot e sensoristica a INTRALOGISTICA ITALIA una finestra sul settore.

E’ come un gioco che sta rapidamente cambiando le proprie regole, a una velocità mai vista prima d’ora: il settore della logistica si trasforma giorno dopo giorno, con l’avvento di nuove tecnologie sempre più performanti. E così le aziende e i loro dipendenti devono sapersi adattare al nuovo modo di gestire la movimentazione delle merci, cuore pulsante di ogni impresa.

Un’analisi dei dati in tempo reale sarà a breve il segreto per una supply-chain efficiente, a basso costo e con tempi di fermo ridotti al minimo. Grazie a un’approccio digitale, le aziende potranno infatti acquisire, analizzare, integrare, accedere facilmente e interpretare dati di alta qualità anche da remoto. Questi dati alimenteranno poi l’automazione, l’analisi predittiva, l’intelligenza artificiale e la robotica, tutte tecnologie che laddove non già integrate nei processi presto subentreranno nella gestione della catena di approvvigionamento.

Sotto il profilo del personale sarà invece necessario un numero ristretto di specialisti per progettare una supply chain tecnologicamente avanzata in grado di soddisfare tutte le esigenze dell’azienda. Serviranno poi figure professionali in grado di analizzare dati relativi alle operazioni logistiche dal momento che le competenze necessarie per questi nuovi ruoli non sono prontamente disponibili oggi, la più grande sfida per le aziende sarà quella di formare il personale in modo adeguato.

La tendenza è quindi chiara: la tecnologia sta mano a mano affiancando sempre più l’operatore umano che viene sollevato da compiti ripetitivi o faticosi, che deve quindi adattare le proprie skills alle nuove esigenze del settore.

E’ quanto emerso anche durante l’ultima edizione di INTRALOGISTICA ITALIA, l’unica fiera in Italia interamente dedicata a sistemi e soluzioni per movimentazione industriale, gestione del magazzino, stoccaggio e picking. A FieraMilano Rho alla seconda edizione sono state registrate oltre 19mila presenze da 133 paesi. Una manifestazione espositiva giovane, che ha già saputo guadagnarsi il favore di visitatori ed espositori grazie anche al suo approccio volto ad analizzare il cambiamento della supply chain e a trovare soluzioni sempre più all’avanguardia. Ora non resta che continuare a seguire le iniziative degli organizzatori di Intralogistica Italia, che hanno già preannunciato ci saranno novità interessanti per gli anni che ci separano dalla terza edizione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto × = 40

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>