E’ in Lombardia la prima Università del Bosco

chelsea-bock-3073

Tra gli obiettivi di LUB anche lo sviluppo di competenze e risorse per poter affrontare le varie problematiche ambientali.

In provincia di Lecco nasce un progetto per creare opportunità di studio e lavoro a contatto con la natura.

Senza dubbio una sede insolita per un’università, ma quello nato a Monte Brianza (LC) non è certo un ateneo come tutti gli altri. Dimenticate lezioni in aula ed esami, l’obiettivo di LUB (Libera Università del Bosco) è incoraggiare il contatto delle nuove generazioni con la natura e i suoi ritmi, realizzando un futuro sostenibile attraverso la riscoperta del lavoro manuale.

Il progetto, partito nel 2006 da un’idea della cooperativa Liberi Sogni Onlus, ha preso il via quando il Comune di Valgreghentino ha deciso di affidare all’associazione un versante del Monte Brianza. Qui il bosco era in totale abbandono da più di cinquant’anni, un ricco patrimonio non sfruttato che con l’aiuto di istituzioni ed anti locali, ma anche di scuole e di privati cittadini è stato rivitalizzato. Oggi è un luogo accogliente, dove passeggiare tra sentieri e castagneti riscoprendo i ritmi lenti della natura. Attività che nella nostra moderna vita frenetica possono sembrare un po’ stravaganti. Da qui il nome Crazy-Bosco scelto per quest’area, che si è poi estesa negli anni anche ai comuni Airuno e Colle Brianza. E continua oggi con la nascita della LUB, che vuole sviluppare competenze e risorse per poter affrontare le varie problematiche ambientali, recuperare le pratiche virtuose e sostenibili del mondo contadino e trasmettere antichi saperi che rischiano di andare perduti. Oltre a dimostrare che un bosco ben manutenuto è un’immensa risorsa, sia dal punto di vista delle materie prime che della creazione di nuovi posti di lavoro.

Rispetto della natura, la gestione forestale sostenibile e l’utilizzo di materiali eco-friendly sono temi chiave per gli espositori del comparto parquet a DOMOTEX. Tra le aziende italiane produttrici di parquet, due esempi sono ITLAS Srl, azienda di Cordignano e CP Parquet Srl di Crespano del Grappa. Entrambi gli espositori lavorano in conformità con le specifiche di PEFC, un’organizzazione no-profit e non organizzativa che si occupa del sistema di certificazioni per la gestione sostenibile delle foreste e hanno ottenuto la certificazione  Catena di Custodia. Quest’ultima garantisce al consumatore finale che i prodotti acquistati siano costruiti con legname proveniente da una gestione forestale sostenibile intesa come insieme di attività che escludono una serie di pratiche considerate illegali, quali il taglio o commercio illegale di prodotti di origine forestale.

La fiera leader dedicata al mondo del flooring vi aspetta ad Hannoverdal 12 al 15 gennaio 2018 in una veste del tutto rinnovata, che vedrà il settore del parquet protagonista nei padiglioni 12 e 13.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 × = sei

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>