La stampa 3D al servizio del design

city-life-shopping-district-habitat_oggetto_editoriale_800x600

La collezione creata con stampanti 3D firmata Habitat.

Il futuro degli oggetti d’arredo è su misura e personalizzato, parola di Habitat.

Se persino Habitat, brand iconico di arredi contemporanei fondato a Londra nel 1967 e conosciuto oggi a livello globale, ha deciso di puntare sulla stampa 3D, significa che le nuove tecnologie stanno approdando anche nel mondo del design. A mettere in pratica queste innovative idee è stato il duo di designer formato da William Boujon e Julien Benayoun, che vantano un’esperienza senza eguali nell’arte della stampa 3D. Il loro lavoro di sperimentazione ha infatti portato alla nascita di una collezione di suggestivi oggetti, come i vasi in fibra naturale Poilu, esposti poi alla rinomata galleria Aybar di Miami.

Il lavoro dei due designer è stato possibile grazie anche al nuovo Design Lab messo a disposizione da Habitat. Si tratta di un laboratorio sperimentale, il cui obiettivo è promuovere creazioni artigianali, sperimentali ed emergenti: un’opportunità per incoraggiare e scoprire nuovi talenti in un’area interamente dedicata al design, all’interno del negozio di Pont Neuf, a Parigi. E’ anche vero che il brand londinese è sempre stato, fin dagli anni ’60, un precursore in fatto di tendenze e il Design Lab parigino sembra proprio non smentire il suo carattere visionario. E l’ultima trovata del duo Boujon-Benayoun non fa che confermarlo. I progettisti hanno infatti presentato una collezione di contenitori personalizzabili, creati in tempo reale presso il Design Lab. In questo modo i clienti hanno potuto scegliere colore e dimensioni di ogni singolo pezzo, e vedere poi l’oggetto desiderato materializzarsi come per magia sotto i loro occhi, con raffinati giochi di stratificazione ed eleganti superfici satinate.

Quello del design è però soltanto uno dei numerosi settori dove la stampa 3D trova (e troverà) applicazione. Anche a livello industriale, per esempio, sono svariati i possibili utilizzi. Non a caso sarà una delle nuove tecnologie sotto i riflettori a Digital Factory, il segmento di HANNOVER MESSE dedicato alle soluzioni IT che consentono lo scambio di dati tra sviluppo, produzione e distribuzione. Alla fiera, in programma ad Hannover dal 23 al 27 aprile, troveranno spazio anche software per lo sviluppo di prodotti virtuali, per la pianificazione e il controllo della produzione e per l’analisi predittiva. Un’ottima occasione per capire da vicino in che modo integrare i dati di tutti i processi della catena del valore e ottenere così un notevole vantaggio nell’industria manifatturiera.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 + = undici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>