L’Italia punta sul settore fiere: rinnovati per il 2018 i fondi destinati ai saloni espositivi

fiera-milano

Il ruolo delle fiere è di primaria importanza del panorama del commercio italiano.

E’ confermato anche per quest’anno il budget di 33,5 milioni di euro.

Un programma che supera ogni più rosea aspettativa quello divulgato da ICE (Agenzia Per La Promozione All’Estero E L’Internazionalizzazione ), che ancora una volta assegna alle fiere un ruolo di primaria importanza nel panorama del commercio italiano. Il budget stanziato per il 2018 rimane infatti invariato rispetto all’anno passato, attestandosi sulla cifra di 33,5 milioni di euro. Un dato importante questo, che fa riflettere e ci dice quanto il ruolo delle fiere sia assolutamente primario, quando invece dall’altra parte sono diversi i settori che si sono visti tagliare i fondi per dare spazio ad altri interventi.

E’ dunque evidente che il lavoro di promozione fatto negli anni passati, con una particolare attenzione nei confronti del Made in italy, ha dato i suoi frutti. Un investimento importante che ha però fatto aumentare l’export del nostro paese, con una quota di mercato che si attesta oggi intorno al 2,8%. Il merito è da attribuirsi anche alle fiere, che sono state capaci di attrarre un numero sempre crescente di visitatori (molti dei quali provenienti dall’estero) fornendo così una maggiore visibilità ai prodotti italiani anche fuori dai confini nazionali. Ice, ministri e organizzazioni imprenditoriali su queste basi hanno quindi deciso di rinnovare la fiducia al settore fiere attraverso interventi che spazieranno dalla comunicazione ai media, fino all’organizzazione di eventi mirati.

Da segnalare però che non tutte le manifestazioni espositive potranno godere dei benefici offerti dal nuovo piano: le fiere dovranno infatti rispettare degli standard, rimasti invariati rispetto allo scorso anno. Dovranno cioè dimostrare di essere in possesso di almeno due dei seguenti requisiti: essere il principale evento italiano del proprio settore, avere un numero di espositori superiore a mille, schierare almeno il 20% del totale di espositori esteri ed accogliere un minimo di 100mila visitatori, di cui il 20% provenienti da altri paesi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 × nove =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>