Parchettificio Garbelotto veste il motomondiale

k2_items_src_9e7fc301c24011e6d40ec6dd798bf290-780x405

Manuel Pagliani, il pilota padovano sponsorizzato da Garbelotto.

Il pilota Manuel Pagliani sponsorizzato dall’azienda veneta, che unisce così la passione per il legno a quella per le due ruote.

Due mondi apparentemente lontani -come quello del legno e del motociclismo- hanno trovato un punto d’incontro. Il collante è stata la passione di Antonio e Marco Garbelotto, padre e figlio alla guida dell’omonima azienda di famiglia leader nel settore parquet, che non fanno mistero del loro amore per le due ruote. Da qui la decisione di sponsorizzare Manuel Pagliani, giovane pilota approdato quest’anno al Motomondiale in Moto3. Dopo anni di gavetta in campionati minori, sia a livello italiano che internazionale, ha finalmente fatto il suo ingresso nella classe superiore in sella a una Mahindra MGP30, con il marchio Garbelotto impresso su tuta, moto e casco. In tutte le gare del circuito Pagliani è stato affiancato da Marco Garbelotto, che lo ha sostenuto e incoraggiato durante questa sua prima esperienza da professionista.

La passione che ha portato padre e figlio a voler sponsorizzare un giovane pilota è la stessa che mettono nel loro lavoro alla guida dell’azienda, che dal 1950 produce pavimenti in legno rigorosamente made in Italy. Negli ultimi anni poi la scelta vincente di puntare su innovazione e biocompatibilità, che ha permesso a Garbelotto di aggiudicarsi per ben tre anni di seguito il premio innovations@Domotex. Il riconoscimento viene assegnato nell’ambito di DOMOTEX, la più importante manifestazione internazionale dedicata al mondo del flooring e dei tappeti. La prossima edizione è in programma dal 12 al 15 gennaio ad Hannover e il gruppo Garbelotto sarà presente in prima linea con molte novità. Qui sarà infatti presentata la nuova Spina Noblesse® Dupla, nata dal trend della geometria di posa chiamata Chevron che ha coinvolto sia il mondo dell’abbigliamento che quello del design. Nello stand Garbelotto (D60, Hall 13) troveranno posto anche soluzioni eco-friendly come Xilema, la linea realizzata a partire dai cosiddetti “alberi morti in piedi”, cioè piante naturalmente morte nei boschi dalle quali si ricavano tavole dalle particolarissime venature.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − = quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>