Porsche punta sull’elettrico

image001

Un prototipo della nuova Mission E in fase di assemblaggio.

Con un investimento da 6 miliardi di euro la casa di Stoccarda è pronta a lanciare la super berlina a zero emissioni. Ma è solo l’inizio.

Si chiama Mission E l’ultima nata in casa Porsche, il cui lancio sul mercato è previsto a fine 2019. La nuova berlina sarà la prima creatura 100% elettrica della casa di Stoccarda, la cui versione top di gamma avrà oltre 600 CV, che le consentiranno di scattare da 0 a 100 km/h in meno di 3,5 secondi, con un’autonomia dichiarata di oltre 500 km. Questo però è solo il primo passo del nuovo percorso intrapreso da Porsche, e la Mission E rappresenta il punto di partenza per lo sviluppo di un’intera gamma a batterie.

Il sostanzioso investimento -6 miliardi di euro- annunciato dal Presidente del Comitato Esecutivo Oliver Blume, sarà infatti utilizzato anche per l’ibridazione e l’elettrificazione di modelli già in commercio, oltre che per lo sviluppo di un solido modello di mobilità intelligente. Le esigenze di mercato ormai parlano chiaro e non si può più rimanere ancorati ai vecchi modelli aziendali, sebbene abbiano funzionato fin ora. Insieme (e strettamente legata) a quella della mobilità elettrica c’è oggi anche la sfida della digitalizzazione, per far fronte ad esempio alla richiesta sempre crescente di auto connesse e intelligenti.

Se anche una realtà come Porsche, che ha costruito la propria fama sulla potenza dei suoi motori e non certo sul risparmio energetico ora ha deciso di puntare sulla mobilità elettrica, vuol dire che davvero qualcosa sta cambiando. Un cambiamento del quale anche HANNOVER MESSE è perfettamente consapevole e si fa portatore, avendo dedicato l’intero settore Energy proprio alle energie pulite e al loro sviluppo. La fiera leader dedicata alla tecnologia industriale in apertura il prossimo 23 aprile riserverà ampio spazio alle tecnologie innovative in grado di rendere i sistemi elettrici più flessibili, di connettere in modo intelligente i vari settori e di coinvolgere nuove realtà. Moltissimi i forum in programma durante i cinque giorni del salone, utili alle aziende per capire quale sia la direzione da prendere per una transizione verso l’elettrico di successo ma anche di sondare le potenzialità e le enormi opportunità offerte da questo settore.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 + = quattordici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>