Smart cities e smart mobility: il caso Uber London

Uber-600x342

Il colosso da 70 miliardi di dollari è stato travolto lo scorso anno da una serie di scandali per aver infranto regole e normative in molte città.

Dopo lo stop lo scorso settembre, adesso arriva una licenza di 15 mesi per ricominciare a operare nella città.

Le città sono sempre più smart, veloci e interconnesse. E i loro abitanti richiedono servizi sempre più efficienti e digital, specialmente sotto il profilo della mobilità. Se si tratta di Londra poi, il divario rispetto ad altre metropoli europee cresce notevolmente: tutte le novità tecnologiche passano prima sulle rive del Tamigi. Non è un mistero infatti che la City in fatto di servizi sia sempre stata un passo avanti, tanto che ha fatto da trampolino di lancio per il fenomeno Uber in Europa, poi rilanciato in moltissime altre città.

Non sempre però è facile riuscire a regolamentare e controllare questi servizi in modo efficiente. Proprio Uber, il colosso da 70 miliardi di dollari, è stato travolto lo scorso anno da una serie di scandali per aver infranto le regole e le normative in molte città e ha dovuto reinventare pubblicamente la propria immagine dopo alcune decisioni discutibili fatte dall’allora CEO Travis Kalanick. Il culmine è stato raggiunto nel settembre del 2017, quando ha perso la licenza per operare a Londra, con una lista di accuse che andavano dalle violazioni dei dati alla condotta scorretta dei conducenti.

Visti gli sforzi compiuti sul tema sicurezza e il cambio di rotta delle politiche aziendali, oggi Uber ha da poco ottenuto dal Transport of London una nuova licenza che consentirà ai suoi driver di circolare sulle strade di Londra per i prossimi 15 mesi.

Il caso Uber è solo un esempio di come non sia più possibile prescindere né da un nuovo approccio alla mobilità, né tantomeno dalla sicurezza degli utenti. Di tutto questo si discuterà naturalmente a IAA, la fiera dedicata ai veicoli per il trasporto merci in scena ad Hannover dal 20 al 27 settembre. Sarà la piattaforma New Mobility World a ospitare i forum e gli eventi incentrati sulla mobilità del futuro, che spazieranno dalle auto a guida autonoma ai combustibili alternativi fino ai più moderni sistemi per la logistica urbana.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>