Un circolo virtuoso

iopensocircolare_new_logo

La Stampa-Tuttogreen e Aquafil hanno invitato le startup italiane a presentare un progetto per riutilizzare materiali di scarto.

“Io penso circolare” è un concorso lanciato da La Stampa e Aquafil. Obiettivo: premiare il progetto più interessante per ridare vita ai materiali usati.

Dare nuova vita a oggetti o materiali che hanno finito di svolgere la loro funzione è il concetto alla base dell’economia circolare, sempre più gettonata dalle aziende e dai consumatori che cercano di allontanarsi dalla logica dell’usa e getta. E così La Stampa-Tuttogreen (inserto di approfondimenti in tema di ecologia del quotidiano piemontese) e Aquafil, azienda trentina leader mondiale nel settore della fibra in nylon rigenerata, hanno invitato le startup italiane a presentare un progetto per riutilizzare quello che di solito viene scartato.

Per mettere a punto la propria “idea circolare” c’è tempo fino al 12 marzo, e saranno presi in considerazione tutti i progetti, i prodotti e i brevetti in grado di dare un contributo concreto alla logica dell’economia green. La giuria è formata tra gli altri dal direttore de La Stampa, Maurizio Molinari, e da Giulio Bonazzi, presidente di Aquafil. L’azienda, in prima linea nel settore dell’economia verde e da sempre impegnata a ridurre l’impatto della produzione sull’ambiente, è tra l’altro uno degli espositori storici di DOMOTEX, il salone mondiale dei tappeti e delle pavimentazioni. La giuria del concorso terrà in considerazione vari criteri per eleggere il vincitore. Tra questi il grado di innovazione del progetto e la sua fattibilità, sia tecnica che economica.

E parlando di spunti innovativi per un modello di business sempre più green, non si può non citare I3P. L’incubatore di startup del Politecnico di Torino, nato nel 1999, ogni anno passa al vaglio centinaia di idee imprenditoriali. Ma soltanto alcune vengono ammesse nel suo “percorso di incubazione”, che dura dai tre ai cinque anni. I3P è attivo nei settori ICT/Digital, Cleantech, Medtech e Industrial. Tutti ambiti di attività con un trend in continua crescita, e che ogni anno trovano largo spazio a CeBIT, il più grande salone espositivo legato all’economia digitale. Quest’anno l’appuntamento sarà dal 20 al 24 marzo, e ancora una volta gli occhi saranno puntati soprattutto su SCALE11, lo spazio dedicato proprio alle startup (saranno ben 450) e alle loro idee innovative.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× cinque = 20

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>